Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Remedello

La legionella torna a far paura: un nuovo caso all'ospedale Civile

Dopo qualche giorno di relativa tranquillità, un nuovo caso accertato di legionella. Venerdì sera a Remedello è atteso il direttore generale di Ats

Dopo qualche giorno di relativa tranquillità, un nuovo caso di legionella spezza l'inerzia temporanea di quella che sembra davvero un'epidemia senza fine. Analisi in corso, per verificare se si tratti dello stesso ceppo: il dato accertato è che martedì un altro bresciano con polmonite da legionella è stato ricoverato al Civile.

Nessuna comunicazione ufficiale da Ats, l'Autorità sanitaria, almeno per ora: il paziente comunque non sarebbe in pericolo di vita. Si tratta del cinquantacinquesimo caso accertato di legionella in meno di un mese, su un totale di oltre 600 casi di polmonite batterica: in un mese di emergenza si contano purtroppo anche cinque decessi.

Il picco dell'epidemia sembra ormai superato, ma a quanto pare “resiste” ancora qualche focolaio. E nella Bassa Bresciana la tensione rimane alta: a Montichiari si è già costituito un comitato di cittadini, il Codacons invece sta già lavorando per una class-action collettiva che coinvolga tutti i contagiati dalla legionella. La Procura di Brescia comunque sta indagando per epidemia colposa.

Sulle origini del contagio l'incertezza è ancora tanta, forse troppa. Ne è convinto anche Sergio Perini, medico di base a Carpenedolo, che in una recente intervista ha raccontato di non aver “mai visto un'epidemia di tale gravità, forse c'è qualcosa che non ci vogliono dire”.

E di polmonite si parlerà ancora a Remedello, venerdì pomeriggio dalle 18 in consiglio comunale. E' attesa l'audizione di Fabrizio Speziani, il direttore sanitario di Ats Brescia: la partecipazione è libera, chiunque volesse fare una domanda deve prenotarsi inviando una mail a polmonitesegnala@comune.remedello.bs.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La legionella torna a far paura: un nuovo caso all'ospedale Civile

BresciaToday è in caricamento