menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Terribile infortunio in azienda: giovane operaio in pericolo di vita

Rianimato sul posto, ora è ricoverato in Rianimazione al Civile

Una giornata nera per gli infortuni sul lavoro nel Bresciano, quella del giovedì appena trascorso. Dopo il 63enne morto in un cantiere sul Lago di Garda, in serata un operaio 38enne di Marone è rimasto gravemente ferito alla Silmet di Torbole Casaglia, ditta del gruppo Ghidini specializzata nella trafilatura e laminazione di metalli.

L'esatta dinamica di quanto successo è ancora al vaglio dei carabinieri e dei tecnici dell'Ats. Pare che il 38enne sia rimasto vittima di un incedente mentre era impegnato con un veicolo nello spostamento di un pesante carico, probabilmente calpito da una trave. Trovato privo di sensi dai colleghi, è stato rianimato sul posto dai sanitari del 118 e poi portato in codice rosso al Civile di Brescia: le sue condizioni sono gravissime, è ricoverato in Rianimazione.

Nell'azienda lavorano in tutto 170 operai, che, a seguito del grave infortunio, hanno deciso di protestare con uno sciopero, che ha fermato il turno notturno. La protesta continuerà anche nella giornata di oggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento