Cronaca

Morto in cantiere a Carona, indennizzo di 1,2 milioni di euro

Lo ha deciso il tribunale di Bergamo. Condannati a un anno i titolari della ditta 'Edival Costruzioni' di Valbondione

Il 3 settembre 2011 Eugenio Conti, operaio di 55 anni, di Valbondione, cadde da un ponteggio nel cantiere di Carona, a 1.900 metri di quota, dove stava ristrutturando l'abitazione dei custodi della diga dell'Enel e morì in ospedale per le ferite riportate.


Stamattina il giudice del tribunale di Bergamo ha condannato a un anno (con pena sospesa) e a un risarcimento ai familiari (la moglie e tre figlie) di un milione e 200 mila euro i titolari della ditta 'Edival Costruzioni' di Valbondione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto in cantiere a Carona, indennizzo di 1,2 milioni di euro

BresciaToday è in caricamento