Incidenti stradali

Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

La tragedia si è consumata lunedì sera poco dopo le 19: il corpo senza vita dell'anziana è stato recuperato solo alle 22

Foto d'archivio

Ancora sangue sulle strade bresciane: è il secondo incidente mortale in poche ore, dopo il terribile schianto di Fiesse. Siamo ancora nella Bassa, ma a Visano: è qui che lunedì sera intorno alle 22 è stato recuperato il corpo senza vita di un anziano di 83 anni, che stava tornando a casa a bordo della sua Fiat Punto ma ha perso il controllo del mezzo, ed è finito in un canale, probabilmente annegato.

I Vigili del Fuoco l'hanno liberato dall'abitacolo, dopo aver estratto il mezzo dall'acqua. Non si esclude che l'uomo abbia perso il controllo della vettura dopo una manovra sbagliata, a causa della fitta nebbia: per tornare a casa, in una cascina in campagna, doveva percorrere una stretta strada sterrata, che conosceva bene ma che stavolta l'ha tradito.

I rilievi della Polizia Stradale

La salma del deceduto è a disposizione dell'autorità giudiziaria, che potrebbe pure predisporre l'autopsia per conoscere le cause della morte, se per annegamento o per un malore. I rilievi sono stati affidati alla Polizia Stradale: sul posto anche l'automedica e un'ambulanza della Croce Rossa, ma a nulla sono serviti i disperati tentativi di rianimarlo.

Dalle testimonianze raccolte dalla Polstrada, pare che l'83enne fosse stato a salutare gli amici al bar fino alle 19 circa, e poi si sia diretto verso casa. Dunque l'incidente si sarebbe verificato intorno a quell'ora. Sono stati i familiari ad avvisare le forze dell'ordine, preoccupati per il suo mancato rientro. Purtroppo, la tragedia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

BresciaToday è in caricamento