Incidenti stradali

Operaio bresciano travolto a Parma, si è costituito il pirata della strada

Il conducente dell'auto che mercoledì notte ha travolto un 42enne Bresciano e un collega a Parma si è spontaneamente presentato al comando della Polizia Locale.

È durata poco meno di 24 ore la caccia al pirata della strada che mercoledì notte ha travolto un operaio bresciano, e un suo collega, in via Mantova a Parma. 

L'uomo - un 40enne di Sorbolo - si è presentato giovedì sera, alle 20 circa, al Comando della Polizia Locale: accompagnato dal suo avvocato ha ammesso la sua responsabilità nell'incidente. L'impatto è avvenuto al confine tra il comune di Parma e quello di Sorbolo: le vittime sono due operai, che stavano lavorando al rifacimento della segnaletica orizzontale. Si tratta di un albanese di 53 anni e un bresciano 42enne. 

Proprio il bresciano avrebbe subito le ferite più gravi: è attualmente ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Maggiore. I medici si sono riservati la prognosi, e non è ancora stato dichiarato fuori pericolo. Avrebbe riportato fratture e pure un trauma cranico.

Le indagini sono partite poco dopo l'incidente: sono state controllate le carrozzerie della zona,  visionati gli impianti di videosorveglianza privati e pubblici. Proprio le serrate attività di controllo hanno sicuramente indotto l'uomo a presentarsi spontaneamente, ammettendo il suo coinvolgimento.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio bresciano travolto a Parma, si è costituito il pirata della strada

BresciaToday è in caricamento