Incidenti stradali

Un colpo di sonno e poi lo schianto: 5 feriti, strada chiusa al traffico per ore

Cinque feriti nello schianto di domenica pomeriggio sulla Ss42: ad avere la peggio un 51enne bergamasco ricoverato in ospedale in elicottero

La scena dell'incidente © Bresciatoday.it

Due vetture coinvolte e cinque feriti, uno di loro in gravi condizioni, lunghe code e strada chiusa al traffico per circa due ore: è questo il bilancio del violento schianto di domenica pomeriggio sulla Strada Statale 42, tra Darfo e Esine, soltanto una mezz'ora dopo il terribile incidente di Puegnago in cui ha perso la vita il 51enne Giovanni Borra, e un altro ragazzo è gravissimo in ospedale.

Tragedia comunque sfiorata sulla Ss42: nessuno dei coinvolti è in pericolo di vita. Ad avere la peggio un 51enne residente a Schilpario, provincia di Bergamo, che è stato trasferito in elicottero in ospedale a Esine, dove è attualmente ricoverato con riserva di prognosi. Gli altri quattro feriti sono stati invece trasferiti a bordo delle ambulanze della Croce Rossa, dei volontari di Pisogne, di Camunia Soccorso.

Un colpo di sonno e poi lo schianto

Tutti in codice giallo, e tutti a Esine: tra loro anche una ragazzina di 13 anni, una donna di 50 e un uomo di 53. All'origine dello schianto, probabilmente, un colpo di sonno: il 51enne alla guida di una Fiat Sedici ha improvvisamente sbandato, invadendo la corsia opposta di marcia proprio quando transitava una Volkswagen Golf.

Come detto, traffico in tilt: il tratto stradale è rimasto chiuso per almeno due ore, per consentire le operazioni di soccorso e di messa in sicurezza. I rilievi sono stati affidati ai carabinieri di Breno: sul posto anche una squadre dei Vigili del Fuoco di Darfo, a supportare i soccorsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un colpo di sonno e poi lo schianto: 5 feriti, strada chiusa al traffico per ore

BresciaToday è in caricamento