Venerdì, 24 Settembre 2021
Incidenti stradali Puegnago sul Garda

Giovanni è morto sul colpo: la terribile tragedia davanti agli occhi di moglie e figlia

L'incidente di Puegnago nello stesso punto dove due anni fa perse la vita anche Elvira Hoxha: Giovanni Borra lascia la moglie e due figlie appena 20enni

A pochi metri di distanza, davanti a lui sul furgone del negozio, c'erano moglie e figlia: sono state soltanto sfiorate dalla folle carambola che è costata la vita a Giovanni Borra, noto anche come Johnny, il titolare del minimarket di Piazza don Giuseppe Baldo a Puegnago, la vittima del terribile incidente stradale di domenica pomeriggio in Via Aldo Merler. Destino beffardo, e crudele: la tragedia si è consumata nello stesso identico punto dove poco più di due anni fa ha perso la vita Elvira Hoxha, appena 40enne e madre di cinque figli.

La dinamica

Il paese è sotto shock per quanto accaduto. E' la Polizia Stradale di Salò che sta indagando sulla dinamica: nello schianto frontale, oltre alla Fiat 500 di Borra, è rimasta coinvolta la Mini guidata da un ragazzo di 26 anni residente a Soprazocco di Gavardo, ricoverato al Civile in gravissime condizioni. Sarebbe stato lui a invadere la corsia opposta di marcia, proprio mentre arrivava Borra.

La Fiat viaggiava in direzione Raffa, arrivando da Puegnago, la Mini invece saliva dalla Provinciale: non è chiaro il motivo della sbandata, forse una manovra azzardata o forse una distrazione. Sta di fatto che appena davanti alla 500 c'erano Cristina ed Elisa, moglie e figlia di Giovanni, solo sfiorate dalla Mini che ha centrato in pieno la Fiat. Un'auto è finita nel fosso, l'altra a ruote all'aria.

Morto sul colpo

Niente da fare per Giovanni Borra, che sarebbe morto sul colpo. Aveva 51 anni: da più di 20 gestiva insieme alla moglie Cristina il noto minimarket della piazza. Molto conosciuto in paese, e non solo: i due avevano già gestito un altro negozio, nella frazione di Palude. Lo piangono anche le giovani figlie Elisa e Simona, entrambe poco più che 20enni.

La salma è stata ricomposta e trasferita in obitorio, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Non si esclude l'ipotesi che venga aperto un fascicolo per omicidio stradale. I rilievi sono stati affidati alla Polstrada, con il supporto di una pattuglia dei carabinieri di Gardone Riviera. Per dare una mano nei soccorsi anche una squadra dei Vigili del Fuoco di Salò. Sul posto, a pochi attimi dallo schianto, anche automedica e infermierizzata, e ambulanze di Valtenesi Soccorso, Cosp Bedizzole e Volontari del Garda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanni è morto sul colpo: la terribile tragedia davanti agli occhi di moglie e figlia

BresciaToday è in caricamento