Incendio in azienda, trovati gli inneschi: il rogo è doloso

I carabinieri hanno individuato i tre inneschi che avrebbero scatenato l'incendio di domenica sera al deposito dell'azienda Profacta di Via Brocchi

Quattro piccole strutture in legno irrimediabilmente danneggiate, motori e impianti elettrici da buttare, cavi e attrezzature, arredi e altro ancora: la conta dei danni è in corso, probabilmente decine di migliaia di euro. Poi ci sono tanti documenti, bruciati e distrutti: è questo il bilancio dell'incendio divampato domenica sera – l'allarme è stato lanciato verso le 22 – al deposito della Profacta, in Via Brocchi tra Buffalora e San Polo.

L'azienda si occupa della gestione di cave e discariche, di proprietà del gruppo Faustini: quanto accaduto, secondo gli inquirenti, non può che trattarsi di un incendio di origine dolosa. Il caso è nelle mani dei carabinieri di Brescia: in zona sarebbero già stati individuati tre inneschi, posizionati volontariamente.

Sarebbero questi ad aver scatenato le fiamme: l'azienda non è “protetta” da telecamere di videosorveglianza, quindi non è stato possibile inquadrare cosa sia successo. Appurato che l'incendio è doloso, resta da capiure se possa essere stato un atto vandalico fine a se stesso oppure se il blitz sia stato fatto per un qualche motivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In caserma sono già stati convocati (e sentiti) sia i titolari che i dipendenti della Profacta. Quella sera le fiamme si vedevano eccome: tutt'altro che facile spegnere l'incendio per i Vigili del Fuoco intervenuti. Arrivati appena in tempo, per salvare il salvabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si sente male in casa, sotto gli occhi della moglie: morto storico ristoratore

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento