"Perseguita un ex sottufficiale", nei guai barista bresciana

Stalking al contrario, al femminile: la vittima sarebbe un ex sottufficiale dell'Aeronautica Militare. L'accusata questa volta è una barista bresciana, in servizio in un locale all'aeroporto di Ghedi

Foto d’archivio

Stalking al femminile, caso più unico che raro: la vittima sarebbe un ex sottufficiale dell'Aeronautica Militare. La donna che lo perseguita finirà presto a processo: la sentenza è attesa entro il prossimo inverno. La storia si protrarrebbe ormai da più di cinque anni.

Da quando i due si sono conosciuti, nel bar dell'aeroporto militare di Ghedi (dove lei lavorava). Lui ai tempi aveva ancora la divisa (con il suo irresistibile fascino), adesso è in pensione. Ma, scrive il Giornale di Brescia, la barista (ben più giovane di lui) non avrebbe mai mollato la presa.

Secondo l'accusa, sulla base delle testimonianze dell'uomo che l'ha poi denunciata, la donna avrebbe continuato per anni a tartassarlo di telefonate, messaggi, perfino decine di lettere recapitate per posta e piene di insulti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento