Nella cava dismessa un maxi-parcheggio abusivo da 400.000 metri quadrati

Blitz della Polizia Provinciale nell'ex cava da 65 ettari nell'Ateg42: all'interno un'azienda mantovana ci aveva ricavato un parcheggio abusivo da oltre 400mila metri quadrati

Foto di repertorio

Un maxi-parcheggio abusivo da oltre 400mila metri quadrati – per intenderci: le misure di una sessantina di campi da calcio a undici – in cui erano “piazzate”, in attesa di essere vendute o trasferite, più di 4000 automobili: è stato tutto posto sotto sequestro dagli agenti della Polizia Provinciale su indicazione della Procura di Brescia. Nei guai, scrive il Giornale di Brescia, ci è finita un'azienda con sede nel Mantovano che appunto “gestiva” l'occupazione del terreno.

Siamo a Ghedi, in una ex cava nell'Ambito estrattivo 42, considerata di per sé una zona “delicata” anche dal punto di vista normativo, e non solo ambientale. Eppure come se niente fosse, almeno fin quanto emerso dalle indagini di Procura e Polizia Provinciale, i titolari dell'azienda avevano trasformato l'area in un maxi-parcheggio senza averne titolo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Scende dal bus e attraversa la strada: ragazzino travolto sotto gli occhi degli amici

  • Tragico incidente mentre torna a casa dal lavoro: muore padre di famiglia

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Cade dalla bicicletta e cerca di aiutarlo: il cane gli strappa via il naso

Torna su
BresciaToday è in caricamento