Cronaca

Giornata nera sul Garda: annegano un 62enne e una 22enne

Michele Beccia, 62enne di Bedizzole, è annegato a Rivoltella mentre cercava di recuperare un modellino radiocomandato; a Sirmione, la 22enne ucraina si è tuffata dal motoscafo in un punto in cui l'acqua era troppo bassa

Un quarto d'ora di tragedia, ieri pomeriggio sul Garda. Sono infatti bastati 15 minuti, tra le 16 e le 16.15, perché le acque non lasciassero scampo a Michele Beccia, 62 anni, e a una 22enne ucraina in vacanza con gli amici. 

Il primo dramma si è consumato a Rivoltella del Garda, alla spiaggia delle Zattere: Michele Beccia, di Bedizzole, movimentava una barca radiocomandata. E proprio il tentativo di recuperarla nelle acque, forse a causa di un malore, gli è stato fatale. A nulla sono valsi i soccorsi dell'eliambulanza di Brescia: al personale sanitario non è rimasto che constatare il decesso. Sul posto anche la Polizia di Desenzano.

A pochi chilometri da lì, a Sirmione, solo 15 minuti dopo, nelle acque della spiaggia del Prete, una 22enne di origine ucraina si godeva una panoramica del lago a bordo di un motoscafo con alcuni amici. Ma un tuffo in un tratto d'acqua troppo bassa le ha procurato un trauma fatale. Soccorsa dall'eliambulanza, è arrivata in gravissime condizioni all'ospedale di Desenzano dove ha cessato di vivere poche ore dopo.

Solo due giorni fa, il 13 agosto, a perdere la vita era stato un turista tedesco caduto dalla tavola mentre faceva surf a Campione; le ricerche del corpo sono ancora in corso. Era la prima tragedia in acqua dell'estate. Una tragedia triplicata nel giro di poche ore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata nera sul Garda: annegano un 62enne e una 22enne

BresciaToday è in caricamento