Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Gambara

Picchia la moglie e la tiene segregata in casa: arrestato

Le violenze sono andate avanti per anni, finché la donna non ha trovato il coraggio di chiamare il 112 e denunciare il marito ai carabinieri.

Un incubo cominciato pochi giorni dopo le nozze, quando lei lo ha raggiunto in Italia ed è andata a vivere con lui, in un appartamento di Gambara, nella Bassa Bresciana. Una casa che è diventata una prigione infernale: picchiata, minacciata e pure chiusa a chiave per ore, mentre lui andava a lavorare. Proprio da quelle mura la donna, una 29enne indiana, ha trovato il coraggio di chiedere aiuto.

Nei giorni scorsi ha impugnato il telefono e ha chiamato il numero unico per le emergenze: con un filo di voce e in un italiano stentato ha chiesto aiuto. Sul posto si sono precipitati i carabinieri di Gambara, che hanno immediatamente capito che la 29enne era stata chiusa in casa.

Dopo aver rintracciato il marito e liberato la donna, i militari hanno portato la coppia in caserma, dove la 29enne ha raccontato tutte le violenze subìte. La giovane è stata trasferita in una struttura protetta mentre l'uomo, anche lui 29enne, è stato arrestato per sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia.

La misura è stata convalidata dal Gip, che ha disposto la misura dell'allontanamento dalla casa dove i coniugi vivevano e il divieto di avvicinamento alla moglie.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la moglie e la tiene segregata in casa: arrestato

BresciaToday è in caricamento