Cronaca Piazza San Martino

Furto al Barettino di Moniga: rubati i soldi per un ragazzo malato di SLA

Furto senza scrupoli al Barettino di Moniga del Garda, a due passi dalla piazza: rapinatori in azione in piena notte, sfondano la vetrata con un portaombrelli di cemento. Oltre alla cassa rubati anche i soldi per Fulvio, ragazzo malato di SLA

La porta di ingresso sfondata dai ladri con un portaombrelli di cemento

Hanno sfondato la vetrata d’ingresso del Barettino di Moniga del Garda, a due passi da Piazza San Martino e dal municipio. Hanno puntato ai bersagli facili: prima la cassa, sradicata per intero perché automatica, poi addirittura la cassetta delle offerte per Fulvio Cimarolli, giovane promessa dello snowboard bresciano ma che oggi lotta quotidianamente con la SLA.

Un bottino tutt’altro che sostanzioso, ma che in paese ha già provocato indignazione. Hanno agito probabilmente in due, verso le 3 del mattino di domenica: con un porta ombrelloni in cemento hanno fatto saltare la vetrina, poi in pochi attimi si sono portati via la cassa e il box delle offerte.

Indagano i Carabinieri: i rapinatori hanno lasciato, qua e là, qualche indizio che potrebbe essere decisivo. Hanno addentato una pizzetta, forse affamati. Hanno poi dimenticato uno zaino, sicuramente distratti.

A poco o nulla serviranno le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate in piazza: il loro raggio d’azione non arriva fino agli angoli dove si trova il Barettino, si ferma poche decine di metri prima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto al Barettino di Moniga: rubati i soldi per un ragazzo malato di SLA

BresciaToday è in caricamento