Bresciani in vacanza, un etto di hashish nelle patatine: beccati dai cani antidroga

Sono stati “annusati” al porto di Livorno i due giovani bresciani che avevano nascosto circa un etto di droga in quattro sacchetti di patatine

Partiti da Brescia, destinazione porto di Livorno e poi in nave fino in Sardegna: ma oltre ai bagagli necessari per una vacanza di due o tre settimane, i due giovani bresciani denunciati dalla Guardia di Finanza si erano riempiti le valigie di pacchetti di patatine. Almeno quattro, aperti e poi richiusi: al loro interno era stato nascosto dell’hashish, in tutto quattro panetti da 25 grammi l’uno per un totale di circa un etto.

La droga è stata sequestrata, e loro indagati in stato di libertà: ad annusare il contenuto sospetto i cani antidroga addestrati delle Fiamme Gialle, il labrador Dely e il pastore tedesco Gera. Non appena hanno visto avvicinarsi i due giovani, entrambi residenti a Brescia città, i cani hanno fiutato qualcosa di strada. E li hanno beccati in flagranza.

Non è dato sapere se poi i giovani siano effettivamente partiti per le vacanze. In ogni caso a Livorno saranno costretti a tornare, per la vicenda che li riguarda: potrebbero finire a processo. Pensavano di averla fatta furba, ma non è andata così. Non si sfugge al braccio della legge. Né tanto meno al fiuto infallibile di Dely e Gera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento