Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Desenzano del Garda / Via Mezzocolle

Professore trovato morto in strada: l’ipotesi del suicidio

Alla pista dell’investitore pirata si aggiunge l’ipotesi del suicidio: questo avrebbe decretato l’autopsia, in attesa dei risultati più approfonditi. Fissato il funerale: sabato pomeriggio l’ultimo saluto al professor Daniele Leoni di Desenzano

Primi risultati dell’autopsia sul corpo di Daniele Leoni, l’ex professore di 56 anni trovato senza vita lunedì scorso in Via Mezzocolle a Desenzano del Garda, sulla rotatoria che sta proprio ai piedi del viadotto della ferrovia. Oltre alle fratture già accertate il giorno stesso dell’incidente – una frattura esposta dell’omero destro e lo sfondamento della cassa toracica – dalle prime analisi sarebbero emersi nuovi traumi non visibili, una lussazione della spalla, la frattura del bacino, una lesione cervicale.

Traumi e ferite che avrebbero riaperto la pista del suicidio, un’ipotesi in partenza accantonata ma che ora torna al vaglio delle indagini delle inquirenti. Daniele Leoni potrebbe essersi buttato dal viadotto: allo stesso tempo però non si esclude la pista dell’investitore pirata, che l’avrebbe travolto e ucciso prima di darsi alla fuga. Anche negli ultimi giorni accertamenti e controlli incrociati tra carrozzieri e auto incidentate.

Gli investigatori stanno controllando anche le immagini delle telecamere installate in zona. Tutta la città intanto si stringe al cordoglio della famiglia. In attesa delle ultime trafile burocratiche, la data dei funerali è già stata fissata: l’ultimo saluto al desenzanese Daniele Leoni – abitava in Via Goito – è previsto per sabato pomeriggio, dalle 14.30 nella chiesa di Capolaterra a Desenzano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Professore trovato morto in strada: l’ipotesi del suicidio

BresciaToday è in caricamento