rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Cronaca Darfo Boario Terme

I due operai erano ubriachi: coltello affondato più volte nella pancia

La lite per una sigaretta, poi le coltellate

Sono ancora gravi le condizioni dell'operaio di 59 anni che sabato sera è stato accoltellato da un collega in una stanza d'albergo a Costa Volpino, sul lago d'Iseo: è ricoverato al Civile di Brescia con riserva di prognosi. L'uomo che lo avrebbe aggredito, 50 anni, è stato arrestato la sera stessa con l'accusa di tentato omicidio: l'avrebbe colpito più volte all'addome con una lama da 10 centimetri. E' già stato trasferito in carcere a Bergamo in attesa della convalida.

La lite per una sigaretta

Entrambi di origini ucraine e dipendenti di un'azienda di Darfo Boario Terme, si trovavano a Costa Volpino per una trasferta di lavoro, insieme ad altri colleghi. E' stato uno di loro, che forse condivideva la stanza con i protagonisti della vicenda, a chiamare il 112: spaventato dalle urla e dalla scena a cui avrebbe (in parte) assistito.

Tra i due si sarebbe scatenata una furibonda lite per via di una sigaretta accesa: il 59enne stava fumando, il 50enne gli avrebbe intimato di spegnerla, il primo avrebbe reagito alzando le mani, il secondo estraendo un coltello. Pare che tutti e due fossero ubriachi. Ma per ora c'è una prima certezza: è tentato omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I due operai erano ubriachi: coltello affondato più volte nella pancia

BresciaToday è in caricamento