menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricoverata per un esame di routine, giovane mamma muore in ospedale

Tragedia al Mellino Mellini di Chiari: ricoverata per una coronarografia, un esame considerato ormai di "routine", muore poche ore più tardi. Il figlio Tarek chiede giustizia

Senza accusare nessuno: “Ma vogliamo sia fatta chiarezza”. Così la famiglia di Massik Saadia, e in particolare il figlio Tarek, operaio di 25 anni, a margine della tragedia su cui ancora pendono tanti punti interrogativi. Massik Saadia è morta in ospedale a seguito di una coronarografia: “Un esame diagnostico di routine – scrive BresciaOggi – non esente da rischi intrinsechi, ma statisticamente molto bassi”.

Un esame considerato invasivo ma ormai anche di “routine”, appunto. Eppure la donna non ce l'ha fatta. Ricoverata nel reparto di Cardiologia del Mellino Mellini di Chiari, dove ha avuto un'improvvisa complicazione. Pare che anche i familiari stessi se ne siano accorti, nel vedere l'agitazione dei medici.

Massik Saadia, di origini marocchine ma residente a Castelcovati da molti anni, soffriva in realtà di una lieve cardiopatia. Ma niente che avrebbe mai fatto pensare a conseguenze così terribili. Sarebbe stata colpita da una crisi cardiaca, in ospedale al termine dell'esame, da cui poi non si è più ripresa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento