menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

La suocera non gli apre: sfonda la finestra, la picchia e rapisce il figlio di 5 anni

Arrestato un giovane di 30 anni con precedenti per episodi di violenza

Un pomeriggio all'insegna della violenza, quello trascorso venerdì sera nel comune di Chiari. Verso le 19, un ragazzo di 30 anni è andato a casa della suocera, a cui era stato affidato il figlio di 5 anni mentre la madre lavorava (il 30enne risulta ancora convivente con la mamma del piccolo, sua coetanea, ma non sono sposati).

La signora, una donna di 70 anni, si è rifiutata di aprire. Lui si arrampicato su una finestra, l'ha forzata e –  una volta entrato – ha aggredito la suocera prima di fuggire col figlioletto. La 70enne ha subito allertato i carabinieri, che si sono messi sulle tracce del 30enne: è stato trovato col bambino nel negozio gestito, sempre a Chiari, dalla nonna paterna. Appena ha visto i militari, si è scagliato anche contro di loro, aggredendoli.

Dopo essere stato immobilizzato, è finito in manette: dovrà rispondere – tra le varie accuse – anche di resistenza a pubblico ufficiale (ha già dei precedenti per altri episodi violenti); nel negozio è stata inoltre rinvenuta una pistola modificata. É al vaglio l'attuale rapporto tra i due genitori, pare ormai giunti ai ferri corti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento