rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Cazzago San Martino

Ordigno bellico vicino all'autostrada, scatta l'allarme: artificieri sul posto

In paese scatta lo “stato di allarme”

Di fianco all'autostrada un ordigno bellico di oltre 70 anni fa. Siamo in territorio di Cazzago San Martino, e più precisamente nella località Ca' del Diaol, la zona di campagna a sud del paese: è un agricoltore il primo ad aver dato l'allarme, dopo essersi accorto – mentre lavorava in un campo di proprietà – di uno strano oggetto metallico che, a prima vista, non sembrava altro se non una bomba. Si tratterebbe forse di un proiettile da mortaio: è da verificare se sia ancora “carico” e inesploso (e dunque pericoloso).

L'ordinanza del sindaco

Il sindaco Fabrizio Scuri, in tal senso, ha già firmato un'ordinanza contingibile e urgente annunciando lo “stato di allarme”: “E' stata segnalata ai carabinieri la presenza di un oggetto visibilmente riconducibile a un possibile ordigno, adagiata a margine di un terreno agricolo in località Ca' del Diaol – si legge nel testo – Per questo è stata informata nell'immediatezza la Prefettura di Brescia, e risulta condivisibile la scelta precauzionale di transennare l'area ed emettere un provvedimento di divieto di accesso alla stessa, prevedendo l'interdizione al traffico veicolare e pedonale in un raggio considerato di sicurezza dal luogo del ritrovamento del possibile ordigno bellico”. 

Chiunque dovesse avvicinarsi o varcare la soglia rischia una denuncia sulla base dell'articolo 650 del Codice penale, ovvero l'inosservanza di un provvedimento dell'autorità. Sono attesi già in quete ore i sopralluoghi degli specialisti dell'esercito, gli artificieri del Genio guastatori che decideranno il da farsi: l'ipotesi è che, comunque vada, l'ordigno andrà fatto brillare. Con tutte le cautele del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordigno bellico vicino all'autostrada, scatta l'allarme: artificieri sul posto

BresciaToday è in caricamento