menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castegnato, sequestrata area di 5.000 mq: rifiuti speciali fino a 4 metri sotto terra

Si tratta di un'area in località Pianera: trovati rifiuti solidi urbani e rifiuti speciali

I carabinieri del Noe di Brescia hanno sequestrato un'area di 5 mila metri quadrati nel comune di Castegnato, in provincia di Brescia, in località Pianera, dove sono stati trovati rifiuti solidi urbani e rifiuti speciali, tra cui fusti in plastica e in metallo. Il materiale è stato ritrovato fino a 4 metri di profondità ed era stato ricoperto da un metro di terra.

L'area, del valore di 3 milioni di euro, é interessata da lavori legati all'alta velocità. I militari bresciani sono stati diretti dal gruppo carabinieri tutela dell'ambiente di Treviso e hanno lavorato di concerto con l' Arpa. In passato, riferiscono i militari, sull'area si è anche coltivato, nonostante la legge vieti di praticare attività agricole e zootecniche sulle aree adibite a discarica.

Per il comune di Castegnato si tratta di una discarica di rifiuti solidi urbani risalente a prima degli anni '80. ''L'area – dichiara in una nota il sindaco di Castegnato, Giuseppe Orizio - riguarda una porzione di territorio inutilizzato, già oggetto di Piano di Caratterizzazione nel 2002 perché ricompresa nelle indagini effettuate a seguito del procedimento connesso con il Sito di intereresse nazionale Caffaro. Questa area presenta caratteristiche di inquinamento con rifiuti solidi urbani del tutto simili a quelli ritrovati nella zona, sempre in fregio alla ferrovia, nella quale è in corso apposito procedimento di asportazione".


Il sindaco rassicura: non ci sarebbe alcun rischio per i cittadini. Nei prossimi giorni, insieme alla Procura della Repubblica di Brescia, le indagini del Noe di Brescia proseguiranno per individuare i responsabili ed eseguire altri accertamenti tecnici per valutare il danno ambientale e le possibili opere di bonifica con l'Arpa di Brescia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento