menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Acqua sporca a Carpenedolo: una delle tante foto che circolano su internet

Acqua sporca a Carpenedolo: una delle tante foto che circolano su internet

Acqua sporca dai rubinetti, per più di un mese: "La faremo analizzare"

La preoccupazione dei residenti di svariate vie di Carpenedolo che (ancora) hanno problemi con l'acqua del rubinetto di casa

Acqua sporca o perlomeno torbida, a volte addirittura maleodorante: è quanto lamentano i cittadini di diversi quartieri di Carpenedolo, ormai da più di un mese, la prosecuzione (fastidiosa) di quanto era già successo anche ai primi di dicembre. “Da oltre un mese dai rubinetti domestici esce acqua torbida o marroncina – fa sapere Luca Chirico, che ha pure pubblicato un video su Youtube – La società Acque Bresciane, fornitrice del servizio, non risponde alle mail e non ha mai nemmeno avvisato la popolazione sul fatto che l'acqua potrebbe non essere potabile, in primis a causa della torbidità e spesso anche non affatto inodore e insapore, come previsto dalla legge”.

I cittadini: "Chiederemo rimborsi"

Alcuni cittadini si sono riuniti in una sorta di comitato spontaneo, con l'intenzione di far analizzare l'acqua che sgorga dai rubinetti di casa. “Una situazione invivibile da oltre un mese – si legge stavolta su Facebook – e un problema che non si risolve. Gli utenti sono a dir poco imbestialiti. E' stato creato un gruppo per chiedere rimborsi sulla fornitura e far analizzare l'acqua”.

Le prime segnalazioni risalgono ancora alla fine di novembre. Come riferisce la sezione locale della Lega, erano interessate dal problema le strade del quartiere Fusetto, Via Ragazzi del '99, Via 2 Giugno, Via Modigliani, Via Brodolini, Via Silvio Pellico, Via Cesare Abba, Via Torino, Via La Malfa, Via Pasolini e Via Lombardia.

“I problemi in oggetto – scriveva la Lega nell'interrogazione presentata ai primi di dicembre – hanno causato preoccupazione riguardo la potabilità dell'acqua e determinato disagi ai cittadini interessati, costretti a evitare l'utilizzo dell'acqua del rubinetto per gli usi quotidiani legati ad alimentazione, pulizia e igiene personale”. In tal senso il sindaco Stefano Tramonti ha già chiesto lumi al gestore del ciclo idrico. Interpellata sulla questione, questa la risposta di Acque Bresciane.

La risposta di Acque Bresciane

“A seguito di ulteriori verifica – si legge in una nota – comunichiamo che lunedì pomeriggio un'anomalia elettrica ha causato l'arresto di una delle pompe del pozzo Mundial. Alla ripartenza si smosso il pulviscolo che nel frattempo si era accumulato, materiale normalmente presente e che non altera in condizioni normali i parametri di potabilità. Abbiamo ricevuto alcune segnalazioni dai cittadini in questi giorni”.

Poi i problemi delle settimane precedenti: “La scorsa settimana il personale di Acque Bresciane ha provveduto alla sostituzione di una delle due pompe che si era guastata a fine anno, alla video-ispezione del pozzo e ad altri accertamenti tecnici per risolvere definitivamente il problema. Ci scusiamo per i disagi e assicuriamo il massimo impegno in questo senso”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Sport

    Super-G junior: c'è un ragazzo bresciano sul tetto del mondo

  • social

    Le vere origini della Festa della Donna

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento