menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scivola nel giardino del ristorante e batte la testa. Muore dopo una settimana

Un banale quando drammatico incidente è costato la vita a Carlo Ferrari, imprenditore di 42 anni di Salò

Carlo Ferrari, imprenditore di 42 anni di Salò, domenica scorsa stava trascorrendo con i familiari una piacevole giornata in Valtenesi, per festeggiare mamma Luigina. Erano tutti attorno a un tavolo del ristorante “La Quiete”, alla Raffa di Puegnago, per un pranzo in allegria. Tra un piatto e l'altro, Carlo Ferrari è uscito in giardino per giocare con il figlio di 8 anni. Ma a un certo punto, a causa di uno scivolone, è caduto malamente, picchiando la testa contro una lastra di pietra.

Si è capito immediatamente che si trattava di una cosa seria: Carlo Ferrari ha perso conoscenza ed è stato trasportato in ospedale dall'elicottero del 118, in città. Alla Poliambulanza i medici hanno sottoposto il paziente a un'operazione chirurgica d'emergenza per provare a ridurre l'ematoma alla testa. Ma non è bastato. In settimana il paziente non ha dato segni di miglioramento o di risveglio e, dopo sei giorni di agonia, si è arreso.


Carlo Ferrari se n'è andato lasciando la moglie Monica, il figlio Samuele, che frequenta le scuole elementari, i genitori e il fratello James. La cerimonia funebre si svolgerà oggi pomeriggio, nella chiesa di Campoverde, partendo dalla abitazione di via Panorama. Poi la tumulazione nel cimitero di Salò.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Focolaio Covid in paese: il sindaco chiude tutte le scuole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento