Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Uccide la bibliotecaria e ferisce i passanti, a casa aveva altri 12 coltelli

Convalidato l'arresto per Joanna Barbara Chmurzynska, la badante polacca 57enne che ha ucciso Paola Beretta e ferito altre tre persone.

Secondo il pm, Joanna Barbara Chmurzynska  è entrata al museo di Canneto d'Oglio per uccidere. Per questa ragione, e vista l'elevata pericolosità della badante polacca di 57 anni, il giudice ha convalidato l'arresto e disposto la custodia cautelare in carcere, ma in una struttura detentiva con una sezione speciale per infermi e minorati psichici.

La donna è affetta da bipolarismo, ma avrebbe improvvisamente interrotto le cure farmacologiche, che stava effettuando in Polonia, per tornare in Italia e lavorare come badante. Nel corso dell’interrogatorio avvenuto in carcere, la 57enne ha negato di avere accoltellato e ucciso Paola Beretta, bibliotecaria 54enne. Avrebbe riferito di trovarsi nel nostro paese per una vacanza e se la sarebbe presa con i carabinieri che l'hanno arrestata.

Una donna pericolosissima, affetta da manie persecutorie: poco prima di uccidere la 54enne bibliotecaria e ferire altri 3 passanti, aveva aggredito un'altra persona. Non si sarebbe fermata se non fosse stata bloccata da un agente della locale, intervenuto dopo aver sentito le urla provenire da piazza Gramsci. Nella  sua abitazione i carabinieri hanno infatti trovato altri 12 coltelli pronti, secondo gli investigatori, ad essere usati.

Un altro particolare terrificante: quando è entrata nel museo, la donna sarebbe andata spedita verso la bibliotecaria, tenendo le braccia conserte per nascondere i due coltelli ed evitare che la vittima avesse il tempo di scappare.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide la bibliotecaria e ferisce i passanti, a casa aveva altri 12 coltelli

BresciaToday è in caricamento