menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Dovevamo arrestarli a ogni costo. Non può passare il messaggio che chi tenta di violentare resti impunito"

Così il Questore di Brescia Lucio Carluccio, commentando l'arresto dei due ragazzi responsabili del tentato stupro ai danni di una 46enne in via Villa Glori

video-5-3"Questo episodio doveva essere assolutamente risolto, senza risparmio di risorse. Non poteva essere inviato il messaggio che si può tentare di violentare una donna restando impuniti. Anche la repressione è un elemento importante della prevenzione".

Così il questore di Brescia, Lucio Carluccio, ha commentato l'arresto dei due ragazzi responsabili della rapina e uno del tentato stupro di una 46enne cittadina albanese che alle sei di mattina dello scorso 3 gennaio stava andando al lavoro.

Un fatto che "ci ha turbato - ha precisato il questore - anche per le circostanze di luogo e di tempo, che fanno la differenza". E' massima e specializzata, ha voluto poi sottolineare il questore Carluccio, l'attenzione al contrasto della violenza sulle donne da parte della polizia e delle altre organizzazioni che sul territorio contrastano questo fenomeno.

Questore che ha anche voluto evidenziare, dati alla mano, l'efficacia dello strumento dell'ammonimento, una diffida rivolta formalmente e sostanzialmente al presunto molestatore, nei casi di atteggiamenti persecutori che non si configurano ancora in un reato perseguibile penalmente.


Nel 2012 il questore di Brescia ha emesso 59 ammonimenti per casi di violenza, 51 a carico di uomini e 8 di donne. Nessuno di essi si è poi reso responsabile, fa sapere la questura, di azioni punibili penalmente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento