Ragazzino si toglie la vita sparandosi con la pistola del nonno

La tragedia sabato sera a Sulzano. Prima di compiere l'esterno gesto, il giovane, di soli 17 anni, ha scritto una lunga lettera ai famigliari

Foto di repertorio

SULZANO. Un dramma che ha lasciato tutto il paese sotto shock: un ragazzino bresciano di soli 17 anni si è tolto la vita sparandosi all'interno della propria abitazione di via Giovanni XXIII.

Sabato sera ha atteso di restare solo in casa, poi si è diretto nel posto dove sapeva che il nonno custodiva la pistola, regolarmente detenuta.  Gli ultimi pensieri che affollano la testa, l'arma in pugno, poi l'estremo gesto: ha puntato la pistola contro il petto e ha premuto il grilletto. 

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento