menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli insospettabili della droga: papà e figlio spacciavano ai ragazzini

Arrestati (e rilasciati) padre e figlio di 65 e 30 anni: vendevano droga a San Polo, anche ai minorenni. Sono stati beccati dalla Polizia Locale dopo le segnalazioni di alcuni genitori

Papà e figlio uniti nella vita, nel lavoro.. e nella droga. Era davvero tutto insieme: entrambi disoccupati, si sono reinventati spacciatori. Il babbo che richiamava i clienti, il figlio che li riforniva: beccati in flagranza di reato dagli agenti di Polizia Locale di Brescia.

Funzionava più o meno così, in zona San Polo. Il padre – un bresciano di 65 anni – aspettava e accoglieva i clienti in mezzo alla strada, tante volte anche ragazzini giovanissimi, di 14 o 15 anni. In buona parte, residenti proprio in zona. Il figlio 30enne poi vendeva il “fumo” in garage.

Non solo: il servizio completo, e per tutte le età, comprendeva vendita di bustine di hashish, marijuana e perfino cocaina. Gli agenti della Locale, a seguito del blitz, in casa hanno recuperato due panetti da circa mezzo etto di fumo, e qua e là bustine già piene di altra droga da rivendere.

In tasca al 65enne invece alcune bustine di cocaina, e “pezzi” di fumo da 10 grammi alla volta. A lanciare l'allarme al comando di Polizia alcuni genitori della zona, preoccupati per i loro figli.

Padre e figlio sono stati arrestati, ma subito scarcerati: disoccupati e incensurati, per loro è “scattato” l'obbligo di firma. In casa di soldi non ce n'erano: l'ipotesi è che li avessero appena spesi per rifornirsi di droga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento