Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Si slaccia i pantaloni in treno, poi si masturba davanti a due ragazzine

Condannato a 2 anni di reclusione un uomo di 39 anni di origini albanesi: sarà espulso dall'Italia. A denunciare gli atti osceni in stazione, sulla linea Brescia-Parma, due giovanissime studentesse ancora minorenni

Atti osceni sul treno interregionale. Queste le accuse mosse nei confronti di un 39enne di origini albanesi condannato dal Tribunale di Parma a 2 anni di reclusione, e ordine di espulsione dal territorio nazionale una volta scontata la pena.

I fatti sarebbero emersi solo nelle ultime settimane. A denunciare l'uomo due giovanissime studentesse, ancora minorenni, residenti nel Bresciano. E che avrebbero raccontato dalla Polizia Ferroviaria degli atti osceni “consumati” dal 39enne sulla tratta Brescia-Parma.

Atti osceni che si sarebbero reiterati mese dopo mese, con inquietante periodicità, e fin dall'inizio dell'anno scolastico, quindi ancora dallo scorso settembre. L'uomo è stato accusato di essersi masturbato di fronte alle ragazze.

E non solo: alla stazione di Parma sarebbero sempre stati presenti numerosi studenti, maschi e femmine. Proprio davanti a loro, secondo l'accusa, si sarebbe masturbato più e più volte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si slaccia i pantaloni in treno, poi si masturba davanti a due ragazzine

BresciaToday è in caricamento