Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Mamma e bimba morte al Civile: medici a processo per omicidio colposo

Emilia Buccheri e Federico Prefumo sono stati rinviati a giudizio per omicidio colposo e procurato aborto per la morte di Giovanna Lazzari e della bimba che portava in grembo

Non avrebbero fatto tutto il possibile per evitare la morte di Giovanna Lazzari e della piccola che la 30enne di Rezzato portava in grembo. Sono pesantissime le accuse mosse dalla procura di Brescia nei confronti di due medici dell'ospedale Civile, alle quali dovranno rispondere in aula dal 3 marzo del 2017.

Il giudice per l'udienza preliminare ha infatti rinviato a giudizio per omicidio colposo e procurato aborto sia Emilia Buccheri che Federico Prefumo. I lori nomi erano finiti nel registro degli indagati a conclusione delle indagini preliminari, durate più di nove mesi.  

Giovanna Lazzari è morta in letto dell'ospedale Civile di Brescia nella notte tra il 30 e il 31 dicembre 2015, probabilmente a causa di una shock settico: era all'ottavo mese di gravidanza. Poche ore più tardi lo stessa tragica sorte è toccata alla piccola Camilla. 

Secondo i pubblici ministeri Ambrogio Cassiani e Carlo Nocerino, i due medici non avrebbero considerato i sintomi di una probabile setticemia: la febbre di mamma Giovanna sarebbe stata quindi “giustificata” e trattata come una semplice infezione virale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma e bimba morte al Civile: medici a processo per omicidio colposo

BresciaToday è in caricamento