Cronaca

Interrogazione parlamentare sull'acquisto dell'ex-Oviesse

La senatrice dell'Api Emanuela Baio, insieme ad altri cinque colleghi, ha presentato un'interrogazione parlamentare ai ministri Roberto Maroni e Giulio Tremonti sul presunto prezzo gonfiato pagato da Brixia Sviluppo

Interrogazione parlamentare ai ministri Roberto Maroni e Giulio Tremonti “al fine di verificare la legittimità del contratto d’acquisto” dell'ex-Oviesse. A presentarla la senatrice dell’Api Emanuela Baio con altri cinque colleghi.

Segue di pochi giorni l'apertura del fascicolo aperto dalla Procura di Brescia, su esposto dell’ex candidato sindaco Cesare Giovanardi, secondo il quale il prezzo fu gonfiato e il comune di Brescia, tramite la controllata Brixia Sviluppo, pagò un prezzo esorbitante rispetto al reale valore dell'immobile: 8,7 milioni di euro.

Per la senatrice è senza ombra di dubbio un prezzo “troppo alto rispetto alle quotazioni di mercato, in totale violazione del patto di solidarietà interno”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interrogazione parlamentare sull'acquisto dell'ex-Oviesse

BresciaToday è in caricamento