Ragazza trovata morta in casa, il padre: "Non si è suicidata"

La vita spezzata di una giovanissima ragazza lettone, arrivata a Brescia cinque anni fa. Trovata morta nel suo appartamento di Brescia Due, dopo una notte in discoteca. Il padre Vladimir chiede giustizia

La tragedia di una ragazza di soli 24 anni, trovata senza vita nel suo appartamento di Brescia Due, in Via Aldo Moro. Aveva passato una delle tante notti in discoteca, insieme agli amici: faceva la ragazza immagine in diversi locali del bresciano. Si sarebbe suicidata, il gesto estremo che ha spezzato una vita ancora così giovane. Ma la vicenda si tinge di giallo: già disposta l’autopsia, e la famiglia che al suicidio proprio non ci crede.

La storia di Santa, ragazza 24enne originaria della Lettonia, nata e cresciuta a Riga, la capitale. Raccontata dal BresciaOggi: in Italia da ormai 5 anni, dopo la conclusione burrascosa di una relazione in patria, da cui tra l’altro ha pure avuto un figlio, un ragazzino che oggi ha già compiuto 6 anni. Forse a Brescia aveva trovato la sua vera casa.

Di giorno lavorava in un bar, caffè cappuccini e qualche aperitivo in quel di Ospitaletto. Poi la sera dava libero sfogo a tutta la sua beata gioventù, due sere a settimana nei locali e nelle discoteche della città e della provincia. Faceva la ragazza immagine, pagata niente male.

E’ stata trovata senza vita nel suo appartamento il 1° marzo scorso. La notizia è trapelata solo ora: il padre Vladimir, di 41 anni, ha raggiunto Brescia con un drappello di amici fidati. Ha ingaggiato un avvocato, ha chiesto che sul corpo della sua ‘piccola’ venisse disposta l’autopsia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio al suo legale ha raccontato di aver parlato con Santa solo poche ore prima la tragedia. E non avrebbe notato nulla di strano, nella voce o nel comportamento. Per questo, con la forza di un padre dal cuore spezzato, ha chiesto che venga fatta giustizia. Al suicidio non ci crede, non ci ha mai creduto. E ora vuole conoscere la verità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: tampone obbligatorio per chi rientra dall'estero

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Coronavirus, allarme contagi di ritorno: 7 ragazze positive dopo una vacanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento