Doping per le palestre bresciane: 25 indagati e 4 arresti

Maxioperazione antidoping dei Carabinieri del Nas di Brescia: 25 indagati e 4 di loro già arrestati per traffico illecito di doping e anabolizzanti. Nei guai anche 10 farmacie

Sarebbero addirittura 25 le persone coinvolte, e quattro di loro arrestate tra domiciliari e carcere, in un vastissimo traffico di 'stupefacenti da palestra', doping e anabolizzanti per i maniaci del body building in salsa bresciana, fino a sconfinare in Veneto. Prodotti dopanti considerati illegali, 'spacciati' come droga in diverse palestre della provincia.

Oltre ai 'pusher', agli 'atleti' interessati e compiacenti, magari qualche palestra che chiudeva un occhio, ci sarebbero poi una decina di farmacie bresciane segnalate alla Procura dai Carabinieri del Nas, il Nucleo Antisofisticazione: farmacisti che avrebbero violato varie norme sulla distribuzione e la vendita di determinati prodotti.

I grandi 'manovratori' invece rischiano grosso, accusati non solo di vendita di materiale dopante o dannoso per la salute ma pure di ricettazione. Trasferivano il 'doping' e gli anabolizzanti in apposite fiale, consegnate sia all'ingrosso che al dettaglio. Tutto materiale già sequestrato dai Nas, e messo a disposizione delle indagini della magistratura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento