Cronaca Centro / Contrada Sant'Urbano

Contrada Sant’Urbano: un laboratorio della droga nella casa occupata

L'intervento della Polizia Locale a seguito di varie segnalazione: trovati due appartamenti occupati abusivamente, in uno di questi tre tunisini già noti alle forze dell'ordine confezionavano dosi di droga

L'ingresso della Contrada

Tutto è cominciato con l’intervento del Comune di Brescia, ancora ieri mattina: in seguito ad alcune segnalazioni per occupazione abusiva d’immobile, la Polizia Locale è intervenuta per controllare uno stabile, costituito da dieci appartamenti e gestito dall’Aler, in Contrada Sant’Urbano, a due passi dal Castello.

Durante l’ispezione due appartamenti sono risultati abusivamente occupati: in uno di questi sono stati individuati tre cittadini di nazionalità tunisina, clandestini sul territorio nazionale, pregiudicati e più volte arrestati per reati inerenti il traffico di stupefacenti, o per rapina aggravata.

Sul posto sono allora giunti gli agenti, accompagnati dalle unità cinofile: i cani antidroga hanno ‘annusato’ l’intero appartamento: non solo scorte di cibo ma anche strumenti per il confezionamento di dosi da spaccio di vario stupefacente.

Bustine artifgianali dalle diverse misure, ricavate da vecchie borsine della spesa, un bilancino di precisione e altri ‘attrezzi’ probabilmente utilizzati per lo ‘sporco lavoro’. Momentaneamente arrestati, i tre pregiudicati sono poi stati rilasciati: gli estremi per il fermo non sono poi stati convalidati.

La Polizia Locale intanto sta presidiando giorno e notte i due appartamenti liberati: entro pochi giorni saranno infatti assegnati a due diverse famiglie, rimaste senza casa a seguito di uno sfratto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrada Sant’Urbano: un laboratorio della droga nella casa occupata

BresciaToday è in caricamento