Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Viale Sant'Eufemia

Brescia: acquistano auto di lusso con assegni scoperti

Denunciati due siciliani con residenza a Parma, rei di aver acquistato due automobili in un autosalone di Sant'Eufemia pagando con un doppio assegno scoperto. Il titolare della concessionaria: "Mi sono fidato di loro"

Due assegni da decine di migliaia di euro, strappati e consegnati ad una concessionaria di Brescia, in zona Sant’Eufemia, per l’acquisto di due automobili di lusso: peccato che, al primo controllo, i due titoli di credito sono risultati nulli perchè sul conto a cui erano intestati di soldi manco l’ombra.

Sono stati denunciati a piede libero due siciliani residenti a Parma, rispettivamente di 53 e 30 anni, rei di aver acquistato due automobili nella detta concessionaria pagando con assegni scoperti. Il titolare della rivendita ha raccontato agli agenti di essersi fidato perchè, in passato, uno dei due aveva regolarmente acquistato un’automobile, pagando fino all’ultimo centesimo.

La scena sembrava ripetersi anche in questa occasione: il più anziano dei due truffatori si presenta nell’autosalone per l’acquisto di una macchina usata, paga un primo acconto e poi ritorna con il presunto genero di 30 anni, che salda quanto resta con un assegno.

Non contento, il trentenne s’innamora di un’altra macchina, questa volta nuova di secca, e l’acquista immediatamente strappando dal blocchetto un assegno di quasi 50mila euro. Alla firma del contratto, e al primo controllo, l’amara scoperta: sui conti neanche un euro, e scatta la denuncia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: acquistano auto di lusso con assegni scoperti

BresciaToday è in caricamento