Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Le auto di cortesia? Sono quelle degli altri clienti: denunciato meccanico

Beccato dagli agenti della Polizia Locale un 42enne di Bedizzole: esercitava la professione di meccanico senza alcuna autorizzazione, le auto di cortesia erano quelle in riparazione dei clienti

Lavorava nella sua officina alla luce del sole, come se niente fosse, in una delle tante frazioni del Comune di Bedizzole. Ma più ombre che luci nella sua attività: porte aperte nonostante non fosse registrata alla Camera di Commercio, senza alcuna autorizzazione. Tempi lunghi ma prezzi bassi, oltre ad una curiosità: una macchina di cortesia sempre diversa, in base a quelle che già si trovavano in riparazione.

E' stato beccato e denunciato – tre le vetture sequestrate – dagli agenti del comando di Polizia Locale intercomunale di Lonato e Bedizzole. Tutto grazie ad una serie di controlli incrociati grazie al sistema Scout, il terminale mobile installato sulle auto della Locale e che permette di controllare se le vetture in circolazione sono in regola con l'assicurazione o con la revisione.

Il meccanico fantasma – un 42enne residente in paese – si accollava le riparazioni delle auto dei clienti, in cambio a loro offriva la classica vettura sostitutiva. Peccato però che data vettura fosse il mezzo di un altro cliente, che a sua volta aveva lasciato la macchina dal meccanico affinché venisse riparata. Un giochino complesso e che prima o poi doveva finire.


Non pochi i brogli: auto non assicurate a cui venivano scambiate le targhe per risultare tali, vetture in officina ormai da mesi oppure 'partite di giro' di auto tra clienti nuovi e clienti in attesa. Ora è tutto finito: il meccanico è stato denunciato per esercizio abusivo dell'attività e per appropriazione indebita di veicoli. Rischia fino a tre anni di galera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le auto di cortesia? Sono quelle degli altri clienti: denunciato meccanico

BresciaToday è in caricamento