Cronaca

Scappavano dalla guerra: nascosti da giorni nel cassone di un tir

Quattro profughi afghani, di cui 2 minorenni, sfidavano da giorni il freddo e la fame nascosti nel cassone di un tir: l'autista si è accorto di loro solo a Bagnolo Mella. Hanno trovato ospitalità in un albergo della città, ma dopo poche ore sono fuggiti

profughi

Disposti a tutto pur di raggiungere la Germania. L'odissea di quattro profughi afghani, cominciata in territorio serbo, si è però conclusa a Bagnolo Mella, mercoledì sera, quando l'autista del tir su cui erano nascosti li ha scoperti e ha chiamato la Polstrada.

Con sè non avevano nulla: nè bagagli, nè, tanto meno, documenti: solo la speranza di poter cominciare una nuova vita in Germania. Quella avrebbe dovuto essere la meta finale del loro viaggio, ma non sarebbero riusciti ad abbandonare il tir prima della frontiera di Trieste e all'area di servizio di Ghedi Est, lungo la A21, sono stati scoperti dall'ignaro autista che era diretto in Emilia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scappavano dalla guerra: nascosti da giorni nel cassone di un tir

BresciaToday è in caricamento