Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Il ricordo commosso di Gianpietro, investito mentre tornava dal lavoro

Investito venerdì sera sulla Bornata, morto sabato pomeriggio in ospedale: lacrime e rabbia per Gianpietro Muscio, il 43enne di Bagnolo Mella vittima dell'ennesimo incidente stradale. Martedì i funerali

Aveva ricominciato a lavorare da poco, dopo aver perso il suo storico impiego da operaio circa un paio d'anni, quando l'azienda aveva chiuso i battenti. Si era reinventato parcheggiatore, e da pochi giorni: lavorava proprio alla Bornata, la zona ampia della movida alle porte della città. Stava rientrando a casa quando è stato investito e ucciso da una Smart.

Verranno celebrati martedì mattina, i funerali di Gianpietro Muscio, il 43enne di Bagnolo Mella molto a seguito dell'incidente di venerdì sera in Viale della Bornata, investito mentre attraversava la strada. Ricoverato d'urgenza al Civile di Brescia, ha perso la vita sabato pomeriggio. In serata i familiari hanno dato l'ok per la donazione degli organi.

Lo piangono papà Felice, vedovo ormai da 5 anni, e la sorella Laura. Il corteo funebre raggiungerà alle 10 la basilica di Santa Maria della Visitazione, la chiesa parrocchiale di Bagnolo. In paese lo conoscevano tutti, lui spesso aiutava anche il cognato Giovanni, in cascina.

Instancabile lavoratore, amico di tutti e sempre disponibile: in tanti si uniscono al cordoglio della famiglia. La dinamica dell'incidente di venerdì sera è al vaglio degli agenti della Polizia Locale cittadina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ricordo commosso di Gianpietro, investito mentre tornava dal lavoro

BresciaToday è in caricamento