Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Calvisano

La scomparsa del giovane padre si tinge di giallo: l’ombra del gioco d’azzardo

Continuano le ricerche di Stefano Marini, il 33enne di Calvisano che si è allontanato da casa ormai da sabato pomeriggio. Di lui non si hanno più notizie: l’ultima volta sarebbe stato “avvistato” a Brescia

L’ombra del gioco d’azzardo sulla scomparsa di Stefano Marini, il 33enne di casa a Calvisano (ma originario di Leno) padre di una bimba di due anni e mezzo che si è allontanato sabato e da allora non ha fatto più ritorno. Al momento non ci sono dubbi sul fatto che si sia trattato di un allontanamento volontario, forse per problemi legati al gioco d’azzardo.

Il giovane Marini infatti era già stato in cura a causa della ludopatia di cui soffriva. Dopo un primo ciclo di cure, interrotte, aveva promesso che presto avrebbe ricominciato. Disperato l’appello dei familiari su Facebook: la madre, Germana Nascimbeni, continua a chiedere aiuto, sperando che il figlio possa ripensarci e tornare indietro.

Le ultime notizie, utili ad un eventuale ritrovamento: Stefano Marini è uscito di casa sabato verso mezzogiorno, indossando una felpa verde a tema militare e dei pantaloni ancora verdi. Alla compagna ha detto che sarebbe andato a lavorare, alla Pata di Castiglione delle Stiviere: ma in fabbrica non ci è mai arrivato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scomparsa del giovane padre si tinge di giallo: l’ombra del gioco d’azzardo

BresciaToday è in caricamento