Cronaca Villa Carcina

Tragedia in ditta, sabato l'ultimo abbraccio a Luca: "Non ti dimenticherò mai"

Verranno celebrati sabato mattina i funerali di Luca Lecci, morto a soli 19 anni mentre lavorava al tornio nell'azienda di famiglia. La tragedia sotto gli occhi del padre Fontano

Della tragedia in fabbrica se ne parla in tutta Italia. Lacrime e rabbia per la morte del giovane Luca Lecci, vittima a soli 19 anni di un terribile infortunio sul lavoro , nell'azienda di famigilia, sotto gli occhi del padre. Trasportato d'urgenza in ospedale, non è sopravvissuto alle ferite. Sull'accaduto ancora indagano i carabinieri e i tecnici del lavoro dell'Ats.

L'incidente intorno alle 14.30, nel capannone della Elettrotecnica Lg di Rovato, storica azienda di Villa Carcina (aperta più 30 anni fa) e da qualche mese trasferita in Franciacorta. Secondo una prima ricostruzione, a Luca sarebbe rimasta impigliata la manica della tuta, mentre stava effettuando al tornio alcuni lavori di fresatura. Il giovane è stato trascinato negli ingranaggi: al suo fianco, in quei tragici istanti, il padre che ha cercato in tutti i modi di arrestare il macchinario.

Purtroppo non è stato possibile fermare il tornio in tempo, che ha dunque trascinato il ragazzo con sé provocandogli ferite gravissime alla testa e al torace. Lanciato l'allarme, è stato poi ricoverato d'urgenza in ospedale, al Civile. Ma non c'è stato niente da fare. Lo piangono mamma Roberta, papà Fontano e il fratellino Fabio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in ditta, sabato l'ultimo abbraccio a Luca: "Non ti dimenticherò mai"

BresciaToday è in caricamento