Chiede il caffè e poi si accascia sul tavolo: gravissimo commissario di Polizia

E’ gravissimo in ospedale il 56enne Francesco Natoli, commissario capo della Polizia Locale di Brescia: si è sentito male giovedì mattina al bar

Foto d’archivio

Sono gravissime le condizioni di Francesco Natoli, 56 anni, commissario capo della Polizia Locale di Brescia: colto da un improvviso malore, giovedì mattina, mentre si trovava al bar Il Numero Diciotto di Muscoline, di fronte alla scuola materna Pedrali. Rianimato a lungo, è stato trasferito d’urgenza - in codice rosso - al Civile, trasportato in ospedale in elicottero.

L’allarme è stato lanciato poco dopo le 7: Natoli avrebbe chiesto il suo solito caffè, prima di accasciarsi sul tavolo. E’ stata un’altra cliente ad allertare i proprietari del locale, in quel momento impegnati dietro al bancone: la moglie ha subito chiamato il 112, il marito - con l’aiuto di un amico che era al bar in quel momento - l’ha spostato per sdraiarlo a terra.

Rianimato a lungo, poi l’elicottero

Attimi concitati: per fortuna, meno di un minuto più tardi, ha varcato la soglia del Numero Diciotto un’infermiera in pensione. E’ stata lei a praticargli il massaggio cardiaco in attesa dell’arrivo dei soccorritori: in pochi minuti sul posto è arrivata un’ambulanza del Cosp di Bedizzole, oltre che l’automedica. Medici e operatori sanitari hanno rianimato Natoli con il defibrillatore, poi l’hanno intubato in attesa dell’elicottero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’elisoccorso è atterrato a poche decine di metri di distanza: Natoli, ancora incosciente, nel frattempo aveva almeno ripreso a respirare. Dell’accaduto sono già state informate anche la moglie e la figlia, che l’hanno raggiunto in ospedale. A Muscoline, dove abita, e a Brescia, dove lavora, sono in tantissimi a fare il tifo per lui. Le sue condizioni sono ancora molto gravi: è andato in arresto cardiaco, forse per un infarto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia, la nuova ordinanza: via la mascherina all'aperto

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

  • Cadavere in montagna: risolto il 'mistero' dell'escursionista trovato morto

  • Un bimbo si sente male, al grest di paese un sospetto caso di coronavirus

  • Ubriaco al volante dell'auto, scappa dalla polizia ma finisce la benzina

  • Schianto nella notte, gravissimi tre ragazzi: uno è stato sbalzato fuori dall'abitacolo

Torna su
BresciaToday è in caricamento