Cronaca

Un pezzo di storia che se ne va: morto a Brescia il dottor Menegati

Si è spento un pezzo di storia della medicina bresciana: il dottor Eugenio Menegati è stato primario del servizio di Neuropsichiatria dell’Asl di Brescia nonché docente alla Cattolica

Un pezzo di storia che purtroppo se ne va: tutta la città ricorda il dottor Eugenio Menegati, già primario del servizio di Neuropsichiatria infantile dell’Asl di Brescia (ora Ats) e già docente ordinario della cattedra di Neuropsichiatria infantile dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia.

Era stato tra i fondatori e tra i primi sostenitori dell’ospedale dei bambini di Brescia: si narra che negli anni ’70 ci fosse solo una sedia, soltanto una sedia che il medico utilizzava per assistere i bimbi del reparto di pediatria.

Sono passati anni, sono passati decenni: il reparto di Neuropsichiatria ha preso forma dal 1973, e il dottor Menegati l’ha guidato senza sosta dal primo anno fino al 1999. Uomo da sempre impegnato, Menegati è stato è stato anche vicepresidente del Sinpa, la Società italiana di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, oltre che nella dirigenza dell’Istituto per sordi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un pezzo di storia che se ne va: morto a Brescia il dottor Menegati

BresciaToday è in caricamento