Olio Garda DOP: produzione in leggero calo, olive completamente sane

Il Consorzio per la Tutela dell'Olio Extravergine di Oliva DOP Garda stima una raccolta di 22.460 quintali di oliva completamente sana per una campagna olivicola caratterizzata da una situazione climatica che ha tenuto lontane la tignola e la mosca dell'olivo

Per la campagna olivicola 2012/2013, cui parteciperanno 405 aziende nella categoria degli olivicoltori, 19 molitori e 62 in quella dei confezionatori, il Consorzio per la Tutela dell’Olio Extravergine di Oliva DOP Garda prevede una produzione di 22.460,16 quintali di olive DOP. La cifra si aggira sullo stesso quantitativo previsto per l’annata 2011/2012 (22.487 quintali), raggiunto grazie ai 370 quintali dei 12 nuovi soci olivicoltori che dal 31 luglio fanno parte del Consorzio.

“La produzione totale prevista ad oggi per l’annata 2012-2013, calcoli alla mano, e con previsioni dei produttori 'azzeccate' – dice il tecnico del Consorzio Olio Garda DOP Elia Belotti – dovrebbe attestarsi su circa il 2% in meno dell’annata scorsa o comunque avvicinarsi al totale di oliva prevista l’annata scorsa. Si calcola quindi uno 0,5% in meno di olive sull’annata 2010/2011, quando furono raccolti 22.195 quintali, e il 3% in meno dall’annata 2009-2010”.

La minore produzione di olive è legata a una situazione climatica che nei mesi scorsi ha penalizzato l’intero comparto agricolo. “La stagione olivicola – spiega Belotti - dal mese di maggio fino alla terza settimana di agosto è stata molto siccitosa per l’olivo e le altre culture agricole come quella dei vigneti nell’area del Garda. L’olivo quindi, nel periodo dalla fioritura e dell’allegagione, ha dovuto ricercare e utilizzare le sue ultime risorse idriche e nutritive”.



Le piogge di fine agosto, fortunatamente, nel giro di pochi giorni hanno notevolmente fatto ingrossare e gonfiare la drupa, portandola a una situazione ottimale per la maturazione finale.

I frantoi sul Garda hanno aperto gli impianti di molitura nei giorni scorsi e le prospettive sono eccellenti. “La qualità dell’olio – commenta Andrea Bertazzi, presidente del Consorzio – si prospetta ottima, vista anche la completa sanità dell’oliva stessa nell’areale del Garda: ci sono state alte temperature e bassa umidità, che hanno ostacolato lo sviluppo dei principali nemici dell’olivo: la tignola e la mosca dell’olivo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

Torna su
BresciaToday è in caricamento