Cronaca

Rapinano il bar che frequentano da sempre: arrestati due giovani disoccupati

Hanno rapinato il Grifondoro di Volta Mantovana, il bar che frequentavano da sempre: un loro cenno d'intesa inquadrato dalle telecamere ha fatto scattare le indagini. Arrestati dai Carabinieri

Entrambi disoccupati, abituali frequentatori del bar. Dopo mesi di 'studio' hanno deciso di mettere in scena la loro prima rapina: al bar, appunto. Un bottino da 1200 euro, recuperato poco più di un mese fa: giusto il tempo, per i Carabinieri di Castiglione delle Stiviere, di concludere le indagini e risalire ai due maldestri rapinatori.

Pensavano di farla franca, conoscendo ogni viuzza del paese in cui abitano da sempre. Ma proprio la loro troppo sicurezza li ha traditi, inquadrati ben bene dalle telecamere di sorveglianza. Anche fuori dal bar. Il colpo era stato pianificato al Grifondoro di Volta Mantovana, in Via Roma, gestito da Luisa Poli.

L'obiettivo era l'incasso, oltre ai soldi di qualche slot machines: un bottino tutto sommato dignitoso, da circa 1200 euro. Ma in manette ci sono finiti solo un mese più tardi: due italiani di 30 e 41 anni, entrambi residenti in paese. A portare a termine la rapina il più giovane.

Ha fatto irruzione nel bar che erano le 1.30, volto coperto e in mano un coltello da una dozzina di centimetri. Si è fatto consegnare i soldi ed è scappato, tra l'altro inciampando in un gradino perdendo così la sua arma e parte della refurtiva.

A fare da palo invece, all'interno del locale, il 'collega' 41enne: proprio i loro cenni d'intesa inquadrati dalle telecamere avrebbero 'scatenato' le indagini dei Carabinieri. Per loro era sicuramente la prima rapina della vita: è andata male. Sono stati arrestati, accusati di rapina a mano armata in concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinano il bar che frequentano da sempre: arrestati due giovani disoccupati

BresciaToday è in caricamento