Orrore in cortile: cani addestrati entrano e sbranano una capretta

E' successo a Vobarno: una capretta ormai “domestica” è stata aggredita e sbranata viva da un branco di cani addestrati

Foto d'archivio

Una piccola capretta considerata ormai “domestica” è stata aggredita e sbranata da un branco di cani addestrati: i segugi hanno scavalcato un recinto e attaccato le capre che stavano all'interno, finché non hanno puntato Martina, la capretta che poi verrà uccisa, circondandola e aggredendola tutti insieme. Lo scrive Bresciaoggi: è stata la proprietaria del piccolo allevamento a denunciare l'accaduto.

E' successo a Vobarno: la vittima dell'inaspettata aggressione è la capretta Martina, che la famiglia aveva adottato come fosse un animale d'affezione. I cani hanno scavalcato la recinzione e poi inseguito anche le altre capre: a quanto pare si tratterebbe di quattro cani addestrati per la caccia al cinghiale.

“Hanno rincorso le nostre capre fino a individuare la preda, costringerla in un angolo e poi massacrarla senza pietà – spiega Anna, la proprietaria – Non è la prima volta che succede in questi anni: sempre per lo stesso motivo ne abbiamo perse altre o sono rimaste menomate”. Nemmeno quest'anno sarebbe il primo blitz dei cani da caccia.

“Due settimane fa un'altra delle nostre capre ha subito lo stesso attacco – continua Anna – Fortunatamente in quel caso la presenza di mio marito ha evitato che facesse la stessa fine”. Ma la preoccupazione non finisce qui: “E se al posto di una capretta ci fosse stato un bambino?”, si chiede ancora la proprietaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma la caccia al cinghiale nel Bresciano non è ancora ufficialmente aperta. L'apertura della caccia al cinghiale nell'Atc Unico (Ambito territoriale di caccia), prevista per il 6 ottobre, è stata rimandata a data da destinarsi. Lo fa sapere Federcaccia in una nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Si butta dalla finestra di casa, giovane uomo muore suicida

  • Terribile incidente: ciclista sbanda e muore schiacciato da un camion

Torna su
BresciaToday è in caricamento