menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Perseguita e minaccia di morte l'ex socio: nei guai imprenditore bresciano

È accusato di atti persecutori

I carabinieri di Verolanuova hanno denunciato a piede libero un imprenditore bresciano di 65 anni, per atti persecutori nei confronti del suo ex socio in affari.

La collaborazione tra i due imprenditori si era conclusa nel peggiore dei modi, nata due anni fa nel campo delle energie rinnovabili, con una joint venture che prevedeva l’istallazione di una pala eolica in Sardegna. Successivamente a un guasto ed alla mancata riparazione, per responsabilità che i due si addebitano tuttora reciprocamente, la collaborazione era terminata con le richieste di risarcimento da parte del 65enne.

L'uomo non ha voluto sentire ragioni ed a nulla sono valse le delucidazioni del partner in affari, che si diceva anche pronto ad una risoluzione per via legali che potesse mettere in mano la vicenda a un giudice terzo. E’ iniziato così una condotta di persecuzione e molestie: migliaia di telefonate, messaggi, minacce anche di morte con richiesta di risarcimento in denaro, fino ad arrivare all’appostamento presso l’abitazione dell'ex socio.

Stanca e preoccupata per la sua famiglia, la vittima si è rivolta ai militari di Verolanuova che, in pochi giorni, hanno ottenuto dal gip il divieto di avvicinamento alla vittima, notificato nella giornata di oggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento