Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Truffa del gas in Trentino: denunciati tre bresciani

Falsi tecnici del gas all'opera anche in terra trentina: proponevano ad anziani e persone sole dei rilevatori a prezzi decuplicati, fino a 250 euro. La polizia ha 'beccato' una banda di sette persone, tra i denunciati anche tre bresciani

La truffa dei rilevatori di gas che si ripete ancora, e questa volta coinvolge anche tre cittadini bresciani, uno residente e in città e due sul Garda, a Desenzano. La truffa consiste non tanto nella funzionalità dell’apparecchio, che in effetti funziona davvero, ma sul prezzo di vendita: i ‘pezzi’, i rilevatori di fughe di gas, hanno un valore commerciale non superiore ai 30 euro. Ma vengono venduti anche a 250.

Vittime preferite, come spesso accade, anziani o persone sole. Ma parte della ‘rete’ è stata smantellata, in terra trentina, da parte degli uomini del Commissariato di Merano, con la collaborazione della Guardia di Finanza.

Una banda di sette persone, colta in flagranza (o quasi) di reato, a seguito di alcune segnalazioni. Si parla comunque di decine e decine di persone raggirate: molte delle quali, ignare di tutto, non avrebbero neanche presentato denuncia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa del gas in Trentino: denunciati tre bresciani

BresciaToday è in caricamento