Madre e figlia, una gita in compagnia, ma per comprare eroina

I carabinieri hanno visto di persona l'acquisto di droga da parte di una ragazza bresciana di 20anni. Arrestati gli spacciatori.

A bordo dell'auto, hanno lasciato la nostra provincia in direzione Bergamo. Poco dopo il confine, hanno individuato i venditori e infine acquistato l'eroina, il tutto però sotto gli occhi dei carabinieri che da lontano stavano monitorando i magrebini. È andata decisamente male a una madre e una figlia bresciane, colte in flagrante dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Treviglio. 

Le due sono state individuate durante un'operazione di prevenzione dello spaccio. I militari da tempo seguivano una coppia di pusher attiva nella zona di Cortenuova, in provincia di Bergamo. Dopo aver monitorato il passaggio di eroina, i militari hanno iniziato un inseguimento, in auto e poi a piedi, che si è concluso - non senza difficoltà - a Treviglio. Addosso ai due sono state trovate migliaia di euro in contanti e dosi di cocaina ed eroina. 

Mentre gli spacciatori venivano assicurati alla giustizia (i due saranno giudicati per direttissima presso il Tribunale di Bergamo), la madre e la figlia ventenne, da anni vittima di problemi di tossicodipendenza, venivano ascoltate e infine rilasciate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento