Cronaca

Tonnellate di rifiuti illegali stoccati sul lago di Garda: condannato imprenditore

Era stato arrestato nel 2019 per stoccaggio illecito di rifiuti: l'uomo è stato condannato a due anni e quattro mesi di reclusione con una multa di 10mila euro

Un 55enne della provincia di Mantova (G.A. le sue iniziali) è stato condannato dal Tribunale di Brescia a due anni e quattro mesi di reclusione, con una multa di 10mila euro, per traffico illecito di rifiuti.

L’uomo era stato arrestato nel novembre del 2019. Le indagini dei carabinieri del NOE di Brescia, coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica, la dott.ssa Roberta Panico, avevano individuato i collegamenti tra il 55enne e un gruppo criminale attivo nella gestione e nello smaltimento illecito di rifiuti speciali provenienti da Lombardia, Toscana e Campania. Il loro stoccaggio avveniva in tre capannoni: uno a Soiano del Lago in provincia di Brescia, gli altri a Roverbella e Casaloldo in provincia di Mantova.

La sentenza ha disposto la confisca della “discarica” di Soiano e di un autocarro utilizzato per il trasporto dei rifiuti, disponendo a carico dell’imputato la bonifica dei luoghi incriminati e la rimozione e lo smaltimento di quanto rinvenuto. Il 55enne è stato interdetto dagli uffici pubblici con conseguente incapacità di contrarre con la pubblica amministrazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tonnellate di rifiuti illegali stoccati sul lago di Garda: condannato imprenditore

BresciaToday è in caricamento