Cocaina, hashish e 5 chili di marijuana in casa: nei guai due fratelli

Arrestati due giovani di origine marocchina residenti a Torbole Casaglia. A tradirli la 'fama' e i precedenti

Il blitz nella loro abitazione di Torbole Casaglia ha portato ad un ingente sequestro di droga, ma è solo l'inizio di un'indagine che potrebbe sgominare un giro d'importazione di marijuana. Il grande quantitativo di 'erba' trovato in casa di due fratelli di origine marocchina dai carabinieri di Trenzano - ben 5 kg - lascia infatti pensare che i due possano fare parte di una rete ben più ampia di spacciatori.

La perquisizione dell'appartamento è scattata nei giorni scorsi, nel momento più opportuno per incastrare i due pusher, noti nella zona per il loro commercio illecito. Il carico nascosto in casa era di quelli pesanti: 5 kg di marijuana, 70 grammi di cocaina, e 150 di hashish. Nell’occasione sono stati sequestrati anche 1000 euro in contanti, soldi che secondo gli inquirenti sarebbero i proventi dell'attività di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per i due fratelli sono scattate le manette, ma in carcere - per ora - è finito solo uno dei due: un 23enne che ha dichiarato di essere l'unico proprietario della droga, scagionando di fatto il fratello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

  • Si tuffa e non riemerge, salvato dalla fidanzata: la sua vita è appesa a un filo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento