Ragazzo scappa di casa, il cadavere ripescato dalle acque del lago

Il corpo senza vita di un 18enne di Vobarno è stato ritrovato nella mattinata di martedì nel golfo di Salò: il giovane non dava sue notizie da sabato e i genitori ne avevano denunciato la scomparsa ai Carabinieri

Si sono concluse nel peggiore dei modi le ricerche di un 18enne residente a Vobarno scomparso da casa da due giorni. Il suo corpo senza vita è stato trovato nella mattinata di martedì nelle acque del lago di Garda, nella zona del golfo di Salò.

A lanciare l'allarme, intorno alle 10.30, un'imbarcazione di Navigarda: il personale e i passeggeri hanno infatti notato un cadavere galleggiare a pelo d'acqua, tra Portese e Salò. Sul posto si sono precipitati gli uomini della Guardia Costiera e i Vigili del Fuoco, che hanno recuperato ed identificato il corpo senza vita, sul quale non vi era alcun segno di violenza. 

Il ragazzo non dava sue notizie da sabato. Poche ore più tardi, nella mattinata di domenica, i genitori si erano rivolti alla stazione dei Carabinieri di Vobarno per denunciarne la scomparsa, temendo fin da subito il peggio. Più che di un tragico incidente si sarebbe trattato di un gesto estremo.

Stando a quanto raccontato dai Carabinieri,  il ragazzo - che a causa di una lieve disabilità faceva fatica a camminare -  avrebbe più volte manifestato la volontà di farla finita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento