Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

L’incubo di una giovane mamma: presa a pugni, poi il tentato stupro

L'episodio circa un mese fa, sul lago d'Iseo: la vittima è una giovane mamma di 40 anni con un figlio piccolo. Per fortuna quella notte il bambino non c'era

Una giovane mamma bresciana in balia dell'ex fidanzato violento, in un'escalation che per poco non si è conclusa con uno stupro: nel corso dell'ultimo e più grave episodio la donna è stata addirittura sequestrata in casa, porte e finestre chiuse a chiave, e solo con grande coraggio è riuscita a liberarsi ed evitare il peggio. L'uomo è stato arrestato, per fortuna: già accompagnato a Canton Mombello dai carabinieri.

Lo scrive il Giornale di Brescia: i protagonisti della vicenda sono un uomo e una donna, ex fidanzati. Lui è originario del Milanese, ha 37 anni: lei ha tre anni in più, divorziata e con un figlio ancora piccolo. Teatro dello stalking e delle violenze il lago d'Iseo, dove i due vivono. Una premessa fin troppo comune: la storia finisce, lui non lo accetta.

Cominciano da qui le telefonate insistenti, i pedinamenti e gli appostamenti, sotto casa e fuori da scuola, perfino in macchina. Fino alla goccia che ha fatto traboccare il vaso, una notte da incubo per la 40enne bresciana. E quella notte il suo bimbo non c'era, meno male.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’incubo di una giovane mamma: presa a pugni, poi il tentato stupro

BresciaToday è in caricamento